eng  |  ita
superabundance .


L'evoluzione tecnologica apre spazi per nuove esperienze, dove la relazione e i confini tra persona e oggetto, persona e ambiente non sono ancora definite.
Straniamento e disagio, ambiguità e vaghezza spesso seguono novità e rottura, mentre xenofilia ed escapismo facilitano l'esplorazione di territori vergine.

Superabundance Mask è una visione del corpo umano come substrato per la formazione di un'entità biodigitale fibrosa.

Integrando tecnologie contemporanee di mappatura del corpo e simulazione digitale di sistemi naturali, il tessuto fibroso Superabundance è un sistema morfologico che può essere controllato e progettato modulandone le proprietà aggregate, quali estensione, continuità, densità, orientamento piuttosto che agendo localmente sulla forma specifica dei suoi elementi, la cui identificazione è in sé incerta.

Il corpo umano è letto come territorio, mentre tratti del volto sono sovrascritti. Un tessuto fibroso continuo copre gli occhi, la bocca, il naso; la nuova faccia è priva di lineamenti e instabile, il cambiamento, quale estensione o riconfigurazione, è concesso attraverso aggiunta o rimozione di fibre.

Istanze della simulazione possono essere prodotte direttamente attraverso manifattura additiva.

Guidato dal desiderio di materializzare un'immagine, il progetto discute il confine, conflitto e connessione tra entità diverse, il corpo umano e una formazione sintetica, naturale e tecnologico, fisico e digitale.